Videogiochi in pericolo in Italia: firmate la petizione!!!

31 01 2008
In Italia i videogiochi sono sempre in pericolo: una faccenda non nuova, purtroppo. Ma da qualche tempo a questa parte in Rutelli Wariorete si parla moltissimo dell’ultima novità bigotta, ossia di un disegno di legge che potrebbe dar vita ad un Comitato italiano che valuti videogiochi già esaminati in ambito europeo con il notissimo sistema PEGI (Pan European Game Information). In pratica, una vera e propria duplicazione, dato che esiste già un organo che fa questo lavoro: il riesame di un titolo già classificato potrebbe anche creare dei conflitti con il PEGI, e una riduzione delle libertà degli utenti italiani, nonché finire per pesare sulle tasche dei contribuenti (dato che, ovviamente, costa – altri stipendi inutili da pagare!).
Per questo, Multiplayer.it ha creato una petizione on-line da firmare a questo indirizzo, con l’obiettivo (si legge nel testo) di evitare 2 conseguenze:
  • discriminazione dei videogiocatori italiani da quelli europei, allungando inutilmente i tempi nei quali gli italiani potranno giocare con i videogiochi, non soltanto quelli “controversi”, visto che la procedura di deposito e di eventuale riclassificazione nazionale è prevista per tutti i titoli senza distinzioni;
  • potrebbe comunque mettere a repentaglio la stessa tutela dei minori, perché la procedura alimenterebbe la pirateria, specie su Internet, e spingerebbe lo sviluppo delle importazione parallele – perfettamente legali – da altri paesi europei dove non vige il sistema del doppio controllo.
L’iniziativa ha avuto molti consensi da parte del web, tant’è che al momento le firme raccolte ammontano ad oltre 27000. E’ vero che il Disegno di Legge n. 3014 presentato lo scorso agosto dal ministro per i Beni e le Attività culturali Francesco Rutelli di concerto con sette altri ministri è del vecchio governo Prodi, ma non è detto che il tutto continui a rimanere in vita, fino al momento in cui diventi una vera e propria legge. Il loro obiettivo, leggendo la presentazione, è “garantire la tutela dei minori nell’utilizzazione dei videogiochi e ad istituire una Commissione interministeriale per laCaricatura Prodi tutela dei minori sulla rete internet“.
Su Punto Informatico si legge che il disegno di legge prende atto dell’esistenza del PEGI ma obbliga editori e distributori a “depositare entro i trenta giorni antecedenti la diffusione una copia del videogioco al Comitato di applicazione del Codice di autoregolamentazione media e minori, presso il ministero delle Comunicazioni, comunicandone anche la classificazione attribuita” dal PEGI. A quel punto il Comitato procede “entro dieci giorni dal deposito a effettuare accertamenti sulla corrispondenza della classificazione” e, se del caso, propone all’Autorità TLC di “richiedere all’organismo europeo a ciò preposto (PCB), la riclassificazione del prodotto, nell’interesse superiore del minore, secondo le categorie già previste dal sistema di autoregolamentazione europeo (..) Nelle more di tale procedimento, non è consentita la diffusione pubblica, la distribuzione o la pubblicizzazione dei videogiochi“.
Scrive Multiplayer.it: “La tutela dei minori è un diritto fondamentale che nessuno mette in discussione. Si discutono solo i modi in cui si intende tutelare questo diritto. È bene notare che i minori, oramai, rappresentano soltanto uno dei pubblici di riferimento dei videogiochi, in quanto è oramai realtà che il videogiocatore italiano sia un consumatore di età giovane adulta, con un’età media dai 25 ai 30 anni”.
Firmatela tutti ed evitiamo che l’ignoranza e la bigotteria di quegli scaldapoltrone ci facciano ancora prendere per il culo in tutto il resto del mondo!!!


Azioni

Information

One response

1 02 2008
Apple » Videogiochi in pericolo in Italia: firmate la petizione!!!

[…] news – check this out as […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: