Pirateria nei videogames: stop grazie al chip TPM!

26 05 2008

Forse, per i “pirati” dei giochi per pc sarà vita dura in futuro: Chip TMPC’è un chip, chiamato TPM, integrato nelle schede madre della maggior parte dei computer che vengono venduti oggi. Ciò che voglio dire è che il mercato dei videogiochi sarà in grado di codificare una chiave privata assolutamente verificabile – che non sarà aggirabile – che permetterà alla nostra industria di svilupparsi nella aree in cui la pirateria è un reale problema“.

Così dice il fondatore di Atari, Nolan Bushnel. Quest’ultimo, comunque, si limiterà a risolvere solo il problema della pirateria nei videogiochi, nulla riguardo a quella di film e musica. Staremo a vedere…


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: