Core i7: le nuove CPU hanno qualche freccia al loro arco!

21 09 2008

E’ di qualche giorno fa la notizia della data di debutto delle nuove CPU a microarchitettura Nehalem di Intel, battezzate Core i7, usciranno entro la fine dell’anno (forse a novembre), insieme al nuovo chipset per schede madri X58. In particolare saranno 3 i primi modelli ad apparire sul mercato, accanto ai Core 2 già in commercio (dei quali Intel effettuerà una piccola riduzione di prezzo):

  • Core i7 Extreme 965: frequenza di clock di 3,2 GHz; bus QuickPath a 6,4 GT/sec; prezzo di 999 dollari USA;
  • Core i7 940: frequenza di clock di 2,93 GHz; bus QuickPath a 4,8 GT/sec; prezzo di 562 dollari USA;
  • Core i7 920: frequenza di clock di 2,66 GHz; bus QuickPath a 4,8 GT/sec; prezzo di 284 dollari USA.

Questi processori integreranno memory controller DDR-3 al proprio interno. La brutta notizia per tutti i possessori delle CPU attuali è che Intel userà un nuovo socket, LGA 1366, che renderà incompatibili i nuovi processori con le schede madri socket 775. Inoltre, utilizzeranno un’architettura quad core, che con l’abbinamento della tecnologia HyperThreading permetterà di avere a disposizione sino a 8 core logici per volta.

Intel integrerà in questa nuova generazione due funzionalità:

  • Turbo Mode: consentirà di effettuare un overclocking dei core attivi, superando il valore di frequenza nominale della CPU;
  • Power Gates: consentirà di spegnere completamente i core non utilizzati.

Come avrete capito, queste due tecnologie sono state specificamente progettate per migliorare le prestazioni durante l’uso di applicazioni che non sfruttano tutti i core del processore. Citando un esempio da OneHardware, “se un gioco utilizza solo un core, gli altri tre verranno spenti dal Power Gates e la temperatura di lavoro diminuirà. Il core attivo verrà quindi overcloccato dal Turbo Mode consentendo di ottenere (secondo Intel) performance superiori a quelle di un processore dual core nell’esecuzione di applicazioni single thread”.

Tuttavia, la notizia che senz’altro risulterà più interessante agli appassionati riguarda la decisione di Intel di fornire i 3 processori in questione con il moltiplicatore sbloccato (e non solo nella versione Extreme Edition, come aveva pensato all’inizio): questo renderà felici gli smanettatori di pc come il sottoscritto, dato che è possibile aumentare il FSB senza aumentare drasticamente la velocità della CPU, aumentando la banda passante tra CPU e Ram. In parole povere, questo comporta che le tre CPU, oltre a supportare le DDR3-800 e le DDR3-1066, potranno supportare anche frequenze di memoria superiori, senza alcun problema!

Insomma, i nuovi Core i7 hanno parecchie frecce al loro arco: riuscirà Intel a replicare il successo dei suoi Core 2? Tra qualche settimana lo sapremo, non appena ci saranno le prime prove sul campo. E vedremo anche come reagirà AMD…


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: