Dragon Ball Online sta per uscire in Corea!

18 09 2009

Non se ne sentiva parlare da parecchio tempo… il mio primo e unico articolo su questo gioco risale ad aprile dell’anno scorso! Nessuna news e poi forse qualcosa. Finalmente però c’è una conferma: Dragon Ball Online uscirà, con alta probabilità, entro la fine dell’anno-inizi 2010  in Corea! Ad ottobre partirà il beta-test! I tempi a quanto pare si sono dilatati parecchio, visto che la deadline di uscita era prevista per l’anno scorso in Corea e quest’anno in Giappone. Ciò fa presagire, se i piani della Bandai rimangono questi, che purtroppo passerà molto tempo prima di poter vedere questo gioco in occidente, tradotto almeno in lingua inglese.

Nonostante la differenza di tempo lo staff che ha creato il videogame,promette che i giocatori saranno tranquillamente in grado di ricreare l’atmosfera del manga originale con le battaglie tipiche di Dragon Ball Budokai, si potrà partecipare ai vari Tornei Tenkaichi e  fare “missioni macchina del tempo”; ovviamente non mancheranno quest in perfetto stile di gioco MMO, che a quanto pare saranno legate alla ricerca delle 7 sfere del drago.

Se volete sapere qualche altra info sul gioco, consultate questo mio precedente post. Il sito ufficiale è disponibile a questo indirizzo.





Gli hackers si ingegnano e bucano Xbox Live

16 03 2009

Leggevo qualche giorno fa una notizia che mi ha lasciato un pò stupito. Sembra infatti che, per la prima volta, un gruppo non ben definito di hacker stia sperimentando metodi di rivalsa nei confronti dei giocatori di Xbox Live, il servizio online della console di Microsoft. In breve, questi hackers si sono accorti che l’architettura stessa di molti giochi online consente loro di poter mandare attacchi agli utenti. Come un pc, ad ogni Xbox 360 collegata in rete viene assegnato un indirizzo IP, tramite il quale riesce a comunicare con le altre console e a scambiare dati e informazioni con esse. Volendo, si può collegare la console ad un pc e da lì provocare una serie di attacchi agli utenti che stanno partecipando a qualche gioco online: attacchi che consistono nel “sequestro del proprio indirizzo IP e nell’uscita dalla connessione” (così si legge sull’inserto “tecnologico” NOVA24 d Il Sole 24 Ore, che riporta la notizia data dalla BBC). In soldoni, l’attacco impedisce al singolo utente di connettersi alla piattaforma e al gioco. Sembra inoltre che alcuni hacker hanno avuto l’idea di offrire il proprio servizio a 20$, facendosi pagare per buttare giù il nostro rivale di turno.

Il problema è più grave di quello che sembra, dato che le fondamenta stessa del business su cui le console stanno puntando il tutto per tutto (ossia il multiplayer e la distribuzione digitale di contenuti online come DLC, video e film) sono a rischio, dato che il fenomeno rende il network delle console “non sicuro al 100%”. Non a caso, la situazione sembra preoccupare la Microsoft, che ha rilasciato un comunicato stampa in cui chiarisce che il servizio non c’entra nulla, e minacciando azioni appropriate contro i giocatori (perché di loro è la colpa) che violano dei termini di utilizzo di Xbox Live. Sembra che il fenomeno abbia colpito in particolar modo il multiplayer di Halo 3 (guarda caso il gioco online più diffuso di Xbox 360)

Per ora Sony e Nintendo non sono state colpite da  questo genere di attacchi, ma certamente dovrebbero tenere in considerazione il problema, ponendo dei ripari prima che si presenti anche su queste piattaforme.





StreamMyGames: gioca ai tuoi videogiochi sfruttando altri pc o la PS3!!!

15 01 2008
Immaginate che vi abbiano regalato un bellissimo gioco per pc, es. Crysis… ma il vostro pc non è in grado di farlo funzionare.StremMyGames Non avete un computer aggiornato, e rosicate tantissimo perchè Crysis non esiste per PS3, che voi avete sotto il televisore! Che spreco! Ah, se fosse possibile far eseguire un gioco da una macchina diversa da quella in cui il gioco + in esecuzione….
Proprio partendo da un’idea del genere, è nato il progetto StreamMyGames. Attraverso una tecnologia che è stata battezzata Game Streaming, è possibile giocare con sistemi XP, Vista, Linux, PlayStation 3 mentre il software in realtà è in esecuzione su un altro PC: in pratica, è possibile giocare ad un videogames installato in un altro PC in casa, trasmettere i propri giochi in modo che chiunque in rete possa vederli e condividerli con tutti i membri che usano StreamMyGames. Il tutto avviene attraverso un piccolo programmino di 3 MB, chiamato Streamer:
  • si scarica il piccolo plugin dal sito;
  • i giocatori possono inserire in una lista i giochi che intendono condividere;
  • nel momento in cui coincide un software condiviso con un gioco richiesto da un utente viene stabilita una connessione tra i due.
Il plugin converte audio e video del gioco in un flusso Game Stream. Quest’ultimo può essere trasferito tramite rete ad un computer remoto. Processo inverso subiscono i comandi da tastiera realizzati dal sistema remoto, visto che vengono trasferiti da quest’ultimo al PC in cui è in esecuzione il gioco: così è possibile giocare da remoto sfruttando l’hardware del computer server.
StreamMyWorks - How it works 1
Ma la cosa non finisce qui: StreamMyGames è anche una comunità online! Una volta effettuata la registrazione sul sito, per scaricare il software, tutti possono condividere i propri giochi listandoli sul sito: questo crea un link Game Stream. Se si seleziona questo link, una connessione sicura e autenticata con crittografia si stabilisce tra il membro della comunità con il gioco e il membro che ci vuole giocare. Il sito fa partire il gioco e usa Streamer per “intercettare” il video e l’audio del gioco, convertendoli in un Game Stream. Quest’ultimo può essere registrato in un file, trasmesso ad una TV o in una rete domestica e potrà essere spedito su internet e giocato su un computer remoto. Ciò che viene digitato sulla tastiera del computer remoto viene decriptato dal programma, catturati e trasmessi sul web e usati per giocare al videogame.
StreamMyWorks - How it works 2
Già sento la domanda: e le prestazioni? Al momento ancora non si sa nulla: sul sito ufficiale si legge che si può giocare tranquillamente sul computer remoto senza lag e senza aver installato il gioco su disco rigido. Intanto, però, ci sono già parecchi giochi che sono supportati: Age of Empires III, Call of Duty 4, 2142 Battlefield, Bioshock, Crysis, Doom 3, Fifa 2007, Half Life 2, Guild Wars ecc. (l’elenco completo è qui). I requisiti di sistema sono:

System Requirement
Requisiti di sistema
Per ora i test sono stati effettuati solo su sistemi Windows a 32 bit, quelli su 64 bit saranno effettuati in futuro.
La cosa bella è che la tecnologia è molto flessibile e consente di inviare flussi da pc anche ad altri apparecchi: telefonini, media center, lettori dvd e altri ancora. Ma sicuramente ciò che intriga di più è la possibilità di trasferire flussi a console: per esempio, ritornando alla domanda iniziale, StreamMyGame consente di giocare qualsiasi gioco PC su PlayStation 3 attraverso la piattaforma Linux che è in grado di eseguire la console di Sony. Come potete vedere dal primo video sottostante, il test è stato eseguito con Crysis, e sembra funzionare! Certo, ci sono delle bande nere intorno, ma il risultato è comunque notevole! Tenete però in considerazione che l’hardware grafico della PS3 è DirectX 9, per cui Crysis (così come qualsiasi gioco simile) non girerà con tutte le features di DirectX 1o!
Ma le sorprese non sono ancora finite! Streamer può essere utilizzato non solo con videogiochi, ma anche con qualsiasi applicazione che usa DirectX e OpenGL: apparecchiature scientifiche, mediche, multimediali, e chi più ne ha più ne metta! Per qualsiasi altra informazione, date un’occhiata qui.
Streamer esiste in 3 versioni: si parte da quella gratuita, abbastanza limitata, passando per la premium fino ad arrivare alla versione unlimited, entrambe con costi variabili a seconda che si usi il programma per 1, 2 o 3 anni. Per i dettagli, cliccate sull’immagine sottostante, e saprete tutto!
Costi
Costi
Che dire? L’idea è senz’altro innovativa, e sicuramente molto molto interessante. Sfortunatamente ancora non esistono test, quindi non si sa come funzioni il programma. Non vedo l’ora di leggerne qualcuno! Intanto ci possiamo godere qualche video, disponibile sul channel video di YouTube appositamente creato dai realizzatori del programma (ad oggi, ce ne sono 7 in totale). Qui sotto ve ne propongo un paio, che sicuramente sono i più interessanti! Mi chiedo come, tuttavia, le software house produttrici di videogiochi vedono questo programma: da come ho capito, è possibile avviare giochi anche senza averli materialmente sul pc, dato il sistema di condivisione della community… L’unica cosa che mi dispiace, e che a quanto pare non è possibile far girare giochi da console sul pc… peccato, perchè altrimenti sarebbe stato un prodotto veramente completo. Ma chissà, in futuro magari…
StreamMyGame Windows PC to PS3 Tutorial (Crysis su PS3!)
StreamMyGame Broadcast at LAN parties Tutorial




Crysis: DirectX 9 vs DirectX 10 – attivare le funzioni DX 10 su XP

5 11 2007

Ormai Crysis mi ha preso del tutto… 😀 Questo gioco è notoriamente uno dei titoli di nuova generazione più significativi Crysis Posterperché, tra le altre cose, integra supporto DirectX 10. Chi ha schede video Nvidia della serie 8000 e ATI Radeon della serie 2000 può attivarle senza problemi. Il problema è il sistema operativo usato: in modalità DirectX 10, il gioco è ufficialmente compatibile solo con Windows Vista, mentre chi possiede Windows XP e “limitato” alle DirectX 9, indipendetemente dal possesso o meno di una scheda video compatibile DirectX 10.

Nel single player, l’engine di Crytek sfrutta moltissimo le nuove librerie, per ricreare effetti visivi spettacolari, come ad esempio il fumo volumetrico, le esplosioni e così via.: in parole povere, rende il gioco più fotorealistico. Ovviamente, Crysis è perfettamente godibile in DirectX 9, si perdono solo questi effetti visivi. Nel multiplayer, invece, le DirectX 10 sono usate anche per gestire la fisica dei materiali: per esempio, se andate addosso a qualcosa con un veicolo, lo distruggerete. Tutto ciò provoca dei problemi co n chi non può sfruttare queste librerie. Ecco perchè Crytek ha previsto la presenza sia di server atti a sfruttare le DirecX 9, sia quelli per le DirectX 10: i giocatori DX10 potranno giocare nei server DX9, ma non vale il viceversa.

Per i fortunati possessori di schede video DX10 che usano XP c’è una novità: alcuni utenti del forum di Crysis Online, attraverso il demo single player rilasciato nei giorni scorsi, si sono resi conto che è possibile accedere alle caratteristiche DirectX 10 anche da Windows XP. Per attivare la funzione, occorre modificare alcuni file nella cartella \CVarGroups\ dell’installazione del gioco. Sostituendo i valori relativi alla modalità “high” con quelli della modalità “very high” si accede, di fatto, alle caratteristiche DirectX 10. In questo modo si ottiene su Windows XP una versione di Crysis che nella sostanza è graficamente identica alla controparte Vista.

Volete sapere se vale la pena attivare le funzioni DirectX 10, e se ci sono miglioramenti sostanziali rispetto alla grafica DirectX 9? Eccovi due filmati in Alta risoluzione che mostreranno l’arcano, direttamente da Stage6 DivX, in modo tale che potrete giudicare con i vostri occhi:

Crysis - Jungle - DirectX 9 vs DirectX 10

Crysis – Jungle – DirectX9 vs DirectX10 HD

Crysis - Hunter - DirectX 9 vs DirectX 10 HD

Crysis – Hunter – DirectX 9 vs DirectX 10 HD

Se state pensando di passare a schede video DX10, vi conviene aspettare: Microsoft ha dichiarato di aver pronto per il rilascio una nuova versione delle sue librerie, le DirectX 10.1, che integrano qualche miglioria non sfruttabile dalle schede attuali. Inoltre, conviene aspettare anche perchè, di solito, la seconda generazione di GPU che sopportano una libreria sono notoriamente più efficienti delle prime.

Altro appunto: pare che lo sparatutto di Crytek, dal punto di vista delle prestazioni, vada meglio su XP, pur restando piuttosto pesante in entrambi i casi. NVIDIA ha fornito dei driver per Vista appositamente ottimizzati per la versione dimostrativa di Crysis, ma non sembrano sortire effetti positivi in fatto di prestazioni. Intanto, Electronic Arts ha annunciato che il gioco è entrato ufficialmente in fase di masterizzazione. Vi ricordo che la data di rilascio precedentemente prevista viene confermata: Crysis sarà disponibile, in versione PC, dal 16 novembre.