Romics 2009: dura sempre troppo poco…

13 10 2009

E anche quest’anno è finito il Romics, svoltosi dall’8 al 11 ottobre 2009. La fiera del fumetto di Roma anche quest’anno si è svolta alla Nuova Fiera di Roma, ottimamente collegata dal trenino metropolitano (sul quale era già possibile assaporare, fin dal mattino, un pò lo spirito goliardico della fiera, con tutti i ragazzi e i cosplay pronti ad animare l’evento). Quest’anno i padiglioni dedicati alla Fiera erano l’11 e il 12, e quindi c’era una differenza con gli anni passati: purtroppo non è stato utilizzato il padiglione dedicato alle conferenze e agli eventi. Quella che descriverò è la giornata di sabato.

Il padiglione degli stand; Come al solito, il locale era ben pieno di bancarelle che avevano di tutto e di più! Per chi era alla ricerca di fumetti, putroppo, la maggior parte li vendeva a prezzo di copertina, anche se era possibile trovare quei 3-4  espositori che avevano fumetti a 1-2 euro. Ben fornite anche le bancarelle con gadget. Gli appassionati di armi fantasy, invece, hanno potuto deliziare il proprio palato con ben 2 espositori ben forniti di spade, pugnali e chi più ne ha più ne metta. Interessanti 2 espositori: uno  aveva come “ragazza vetrina” una giapponese  che sembrava uscita veramente da un manga; l’altro era quello dell’AG Press, dove due ragazze con un superfisico (i maschietti ringrazieranno) presentavano il primo volume della Collana “Cover Art”, “Lucifera”! Nella parte dedicata all’intrattenimento videoludico era possibile saggiare la tecnologia 3D Vision di Nvidia. Quest’anno le gare di selezione dei Cosplay si sono svolte in una stanza di questo padiglione, purtroppo: il problema era che lo spazio a disposizione era molto ridotto… chissà perchè avranno fatto questa scelta.

Il padiglione degli eventi; Qui, nel pomeriggio si è svolto un grande raduno dei fan di Star Wars, con ospite speciale l’attore Jeremy Bulloch, interprete del cacciatore di taglie Boba Fett. Il buon Jeremy ha intrattenuto il pubblico anche fuori dallo spettacolo, facendo foto e firmando autografi. Successivamente, si è svolta una sorta di evento dedicato alle nuove tendenze della moda giovanile legata alla cultura j-pop, con sfilate di moda e ospiti d’onore Misako Aoki, famosissima modella giapponese e Ambasciatrice del Kawaii designata dal Ministero degli Esteri Giapponese, insieme a Takamasa Sakurai, esperto di animazione giapponese e cultura j-pop. Interessante, soprattutto per i patiti del mondo made in Japan, almeno per quanto riguarda la moda.

Rispetto all’anno scorso la qualità dell’evento è rimasta inalterata (location del padiglione degli eventi escluso, per il quale esprimo un giudizio un pò negativo), e chiunque è andato probabilmente può confermarlo. Peccato solo che duri poco… sarebbe bello che venissero organizzati più volte eventi del genere!!! E come al solito, appuntamento all’anno prossimo, con la speranza mia personale di riuscire, quest’anno, ad andare anche al Lucca Comics & Games… 😀





Romics 2008: è di nuovo festa di cartoni e fumetti a Roma!

6 10 2008

E anche quest’anno, dopo una lunga attesa da parte del sottoscritto (e non solo), il Romics si è concluso. E come l’anno scorso, cerco di tirare due somme, ovviamente esprimendo un parere personale. Innanzitutto, specifico il giorno: io sono andato sabato 4, un giorno particolare, visto che capitavano due eventi: il primo era l‘incontro con Richard Hatch, protagonista di Battlestar Galactica; il secondo era la festa in onore della Goldrake Generation, che ricordava il trentennale di uno dei “robottoni” più famosi della storia dei Mecha giapponesi. Inoltre, il clima goliardico della manifestazione era sicuramente influenzato anche dai festeggiamenti per il centesimo anniversario del fumetto in Italia. Come l’anno scorso, al Romics sono stati dedicati i padiglioni 9 e 10 della Fiera di Roma: il primo ospitava il “mercatino”, il secondo tutti gli eventi.

Il padiglione degli stand: rispetto all’anno passato, mi è sembrato più fornito del solito: il numero di “bancarelle” mi è sembrato maggiore, cosa probabilmente dovuta al fatto che la sezione dedicata ai videogames e alle competizioni videoludiche è stata spostata in una sala del padiglione 10. Un’altra cosa che ho notato (con piacere, lo ammetto), almeno per quanto riguarda i fumetti, è che c’erano anche più bancarelle che vendevano fumetti a prezzi più bassi (intendo intorno ad 1-1,5 euro): l’anno scorso ne avevo trovata una sola. E anche vero che bisogna considerare il giorno: l’anno scorso ero andato di venerdì, dove a volte i prezzi sono un pò più alti. Magari qualcuno di voi mi potrà confermare se questo è vero! 😀 In ogni caso, era possibile fare qualche affaruccio, senza troppi problemi.

Il padiglione degli eventi: all’ora di pranzo, mi sono spostato nel padiglione 10, dove ho assistito all’ultima parte dell’incontro organizzato dalla Battlestar Galactica Italian Club. Ammetto che non sono (ancora, visto che le premesse ci sono tutte) un fan di questa serie, visto che non ho ancora avuto modo di vedere un episodio, ma la conferenza è stata interessante, e senza dubbio mi sono incuriosito ancora di più: appena potrò, cercherò di colmare questa mia lacuna! 😀 Richard Hatch è stato molto simpatico nel presentare la serie e tutte le novità sulla nuova stagione che deve uscire in America, ma senz’altro uno dei momenti più belli è stato quando ha cercato di spronare tutti coloro che hanno una piccola idea o una storia nel cassetto a realizzarla: per dimostrare quanto diceva, ha fatto vedere un trailer di una produzione amatoriale di un film di fantascienza, realizzato con attori veri e computer grafica! (Di cose simili ne esistono una marea in rete: prima o poi, devo provare a scrivere qualcosa su questi lavori, dato che meritano sicuramente!).

Subito dopo, è cominciata la gara per le selezioni dei migliori cosplayer del Romics. Come al solito, tante risate e divertimento, di fronte a piccoli capolavori di arte, anche costosi: ho avuto modo di scambiare quattro chiacchiere con il cosplayer che interpretava Gatsu di Berserk, con la sua armatura e l’enorme spada: per realizzare quest’opera, ci sono voluti ben 8 mesi di lavoro di un gruppo di amici e circa 2000 euro (dato che il materiale usato per la realizzazione è la vetroresina)! Immancabili anche le gaffe: come non ricordare l’Eva e l’angelo di Evangelion, arrivati in ritardo sul palco perchè “si stavano montando”, con tutti i problemi che hanno avuto per muoversi, visto che dentro quegli scafandri non riuscivano a vedere dove stavano andando! 😀

Verso le 16 circa, poi, sono andato ad assistere alla celebrazione per i 30 anni di Goldrake. Per l’occasione, gli organizzatori hanno voluto lasciare un tocco di classe, invitando l’Arcadia Wind Orchestra e il suo coro: c’è sta una vera e propria rivisitazione in chiave orchestrale delle più belle musiche di Ufo Robot Goldrake, e non solo. L’ambiente musicale è stato ulteriormente vivacizzato dalla presenza de “I Raggi Fotonici“. Anfitrione dell’occasione è stato Fabrizio Mazzotta, grande doppiatore di innumerevoli personaggi (tra cui Mizar di Goldrake), ed altri ospiti speciali, come l’astronauta Roberto Guidoni (bellissima la scena di quando il leader de “i Raggi Fotonici” dice: “alzi la mano chi ha desiderato almeno una volta di viaggiare tra le stelle…. ora l’alzi chi l’ha fatto davvero!” 😀 Immancabile poi la torta finale, con un Actarus perfetto in tutto e per tutto che spunta dalla porta d’ingresso!

Che dire: ancora una volta sono rimasto soddisfatto del Romics, che è riuscito  anche a migliorarsi rispetto all’anno scorso. Non vedo l’ora di ritornare in questo Paese dei Balocchi, l’anno prossimo. Intanto, potete godervi la carrelata di fotografie che ho scattato per l’evento, cliccando sull’immagine di R2-D2 qua sotto. Appena posso, carico online anche i video. W il Romics!!! 😀





Cartoon Meeting 2007: a Roma il Romics non basta!!!

16 12 2007

A quanto pare, i cosplayers a Roma non si sono fermati dopo il Romics 2007. Infatti, sabato 8 dicembre, al Romanel, Jeegcomplesso dell’ Ex Lavanderia (padiglione 31) nel parco del Santa Maria della Pietà (zona Montemario), poco distante dalla stazione delle Ferrovie dello Stato, si è svolto il Cartoon Meeting 2007, dove molti cosplay hanno potuto esibirsi dalle ore 10.00 fino alle 22.00. Per chi ancora si sta chiedendo “ma come è possibile, non hanno detto nulla da nessuna parte!“, l’evento è stato organizzato direttamente da ragazzi che, riunendosi, si sono esibiti come cosplayer divertendosi a fare tante attività, oltre a sfoggiare i loro bellissimi costumi! Quindi niente bancarelle come al Romics.

Oltre alla gara cosplayer si sn svolti :

  • Tornei di Playstation 2 e GameCube, dove i concorrenti si sfideranno per il titolo di “Campione” del Cartoon Meeting. I giochi proiettati in maxivisione erano:
    • Guitar Hero II
    • Soul Calibur III
    • Super Mario Smash Bros: Melee

Inoltre, si sono svolte anche sfide e tornei di:

  • Magic: the Gathering
  • World Of Warcraft: Trading Card Game
  • Naruto
  • Yu-gi-oh!
  • Pokemon: Perla e Diamante

 

 

    Per tutti i fan della Fabribolo Pictures, sappiate che erano presenti i due Spiderman rosso e nero, e grazie a loro (a cui debbo la segnalazione del Cartoon Meeting), è anche disponibile un video dell’evento. Vi segnalo anche il sito della Fabribolo Pictures, da poco inaugurato, dove potrete visitare video, conoscere gli eventi dei ragazzi che hanno fatto spiderman, contattarli per feste, serate, esibizioni e tanto altro ancora…

    Via mail, mi sono anche arrivate altre foto dei cosplay di Romics 2007 e Lucca Comics & Games 2007, sempre grazie ad Emanuele. Godetevele!!!

    Lucca 2007 Lucca 2007 2

    Romics 2007 Romics 2007 2





    Da “Gli Incivili” a “La Pernacchia”: ristoranti e parolacce vanno d’accordo a Roma!

    13 12 2007

    Ogni volta che vedo questi video, tratti rispettivamente da “Fracchia la belva umana” e “La banda del trucido“, due classici del cinema trash all’italiana, mi sbellico dal ridere!!! Per tutti coloro (non romani come il sottoscritto) che se lo chiedono, a Roma esistono ristoranti come “Gli Incivili” e “La Pernacchia“, come per esempio “La Parolaccia”, mitico ristorante di Trastevere, meta di molti ‘pellegrinaggi’ di curiosi, conosciuto per il servizio alquanto atipico a base di parolacce (per altre info guardate qui).