Rage: il nuovo FPS della id, con tante novità!

29 08 2008

Spunta come un fulmine a ciel sereno un nuovo trailer di Rage, il nuovo gioco in cantiere della id Software (di cui avevo già accennato in un precedente articolo, parlando della lavorazione in corso di Doom 4). Il video mostra delle scene inedite rispetto al video che circolava in rete già da tempo, e mostra ancora una volta la potenza del nuovo motore grafico progettato dalla casa di John Carmack, il Tech 5: tutte le immagini che vedete sono calcolate in tempo reale.

Cominciano anche a trapelare alcune informazioni riguardo alla trama del gioco: una cometa ha colpito la Terra e ha spazzato via qualsiasi forma di civiltà. Faticosamente, l’umanità tenta di ricostruire quanto perduto, ma un regime dispotico gestisce la ricostruzione. Il confine tra buono e cattivo non esiste più, e il giocatore impersona un eroe pronto a tutto pur di ristabilire l’ordine e di rovesciare il regime.

Rage rappresenta il primo tentativo della id software nella creazione di un FPS non lineare sia nell’ambientazione, sia nella struttura a livelli (diversamente da come accadeva nei suoi precedenti capolavori, da Doom a Quake passando per Wolfstein, dove il giocatore era in qualche modo “indirizzato” lungo i livelli di gioco). Un elemento interessante di questo gioco sarà anche la componente di guida (ispirata a Motorstorm, noto videogioco per PS3). Grande attenzione è stata data alla fisica e al comportamento dei veicoli in moto, anche se non dobbiamo comunque aspettarci una vera e propria simulazione: infatti, tale componente avrà uno stile che si avvicina più all’arcade. Sempre legato alla guida sarà un altro elemento interessante, ossia la possibilità di potenziare la propria vettura: sarà, infatti, possibile installare degli aggiornamenti che garantiranno prestazioni migliorate. Inoltre, Rage integrerà diversi elementi propri del genere delle avventure grafiche e altri tipici dei giochi di ruolo, comprendendo anche la risoluzione di puzzle e la possibilità di esplorare gran parte del mondo che vi verrà messo davanti. Altra componente interessante è la possibilità di affrontare il gioco in co-op: in pratica, potete giocare la trama principale anche con un amico. id Software sostiene che un nuovo livello di sfida è garantito allorché si affronta il gioco in due, ma precisa che Rage non è stato pensato inizialmente quale gioco co-op.

Secondo quanto si legge sulla Grande Rete, id Software ha rivisto la sua organizzazione in occasione dello sviluppo di Rage. Il team è stato suddiviso in sotto-team, in modo che ciascuno di essi si occupasse di una determinata componente del gioco. La fase di guida, dunque, è stata realizzata da una squadra apposita, che ha curato nel dettaglio il comportamento delle vetture, la simulazione delle gare e gli altri elementi necessari. Della fisica, invece, si è occupata un’altra branca di id Software, e stesso discorso va fatto per la componente da sparatutto in prima persona.

Riguardo al motore grafico, c’è da dire che forse per la prima volta vedremo come se la cava id nella progettazione di un engine che deve renderizzare ambienti esterni. Se ricordate bene, i giochi più famosi della id (come Quake o Doom) avevamo per la maggior parte ambientazioni esterne non estese, e limitate in qualche modo. Il nuovo Tech 5, invece, mostrerà i muscoli proprio con questo ambito, creando delle ambientazioni verosimili ed estremamente realistiche, promettendo una gestione impressionante delle distanze e del numero di personaggi visualizzati. Dal punto di vista tecnico, sembra che la tecnologia Tech 5 sia basata su un’unica texture per l’intero mondo di gioco, richiedendo perciò grandi capacità di immagazzinamento di dati. Secondo HardwareUpgrade, “è altamente probabile che vengano impiegati più di un supporto ottico e l’installazione di parte del materiale nei sistemi che consentono questo tipo di operazione. Tech 5 si basa su due assunti di base: streaming delle texture e compressione. Per cui, il demo mostrato al WWDC 2008 (World Wide Developer Conference) comprendeva dati non compressi per oltre 30 GB, i quali possono essere ridotti a poche centinaia di megabytes se compressi”.

Il gioco sarà disponibile multipiattaforma, quindi sia per PC (anche per Linux) e Mac che per console (Xbox 360 e PS3), ma ancora non si sa nulla della data di uscita ufficiale: si vocifera che dovrebbe essere la fine di quest’anno, ma non è ancora detta l’ultima parola.

Qui sotto vi ripropongo il precedente trailer del Quake Con 2007, assieme ai trailer presentati in occasione degli ultimi E3 2008 e Quake Con 2008. Se le immagini e i video vi stupiscono per la qualità, immaginate soltanto come sarà Doom 4, attualmente in lavorazione, e che probabilmente utilizzerà una versione rivista e migliorata del Tech 5!!!

Free Image Hosting at www.ImageShack.us Free Image Hosting at www.ImageShack.us Free Image Hosting at www.ImageShack.us

Trailer Quake Con 2007

Trailer E3 2008

Trailer Quake Con 2008

Annunci




Bioshock 2: confermato!

3 05 2008

Tutti coloro che hanno apprezzato il pluripremiato (guarda qui) capolavoro di Take 2 saranno felici di sapere che la società ha confermato il secondo capitolo Bioshock 2, che dovrebbe vedere la luce alla fine del 2009. Il gioco è già in fase di sviluppo, e si avvale della collaborazione della 2K Marine, mentre il direttore del primo capitolo, Ken Levine, si occuperà di un altro gioco, anche se verrà comunque coinvolto direttamente nel progetto. Aspettiamo altre sugose news…

Bioshock





Crysis Demo… ssspumeggiante!!! – Una breve recensione

4 11 2007

Finalmente ieri ho avuto un pò di tempo, e mi sono finito la demo single player di Crysis, che avevo scaricato già dal 26 Crysis copertinaottobre, giorno ufficiale della sua disponibilità in rete (la demo è scaricabile qui… abbiate pazienza, sono ben 1,77 GB!). Una sola parola per descrivere il gioco: FANTASTICO!!! Chi ha già avuto la fortuna di giocare a Far Cry (come il sottoscritto), ricorderà la natura rigogliosa dell’isola, e l’esperienza di gioco… beh, Crysis è vero che parte da quello, ma (fortunatamente) va molto oltre: insomma, Far Cry era una bella “casa”, ma Crysis in confronto è un “castello”!!!! 😉

 

IL MOTORE GRAFICO: Una cosa devo precisare subito: nonostante il mio entusiasmo, devo confessare che non ho potuto vedere proprio tutte le meraviglie grafiche del gioco. Innanzitutto, ho usato Windows XP, quindi niente DirectX 10, che comunque non potrei sfruttare visto che ho una 6800 GT. Inoltre, il mio pc rasenta la configurazione minima per giocare alla demo, e cioè:

REQUIRED SYSTEM SPECIFICATIONS FOR DEMO VERSION:

OS: Windows XP or Windows Vista

Windows XP:

· CPU: Intel P4 2.8 GHz / AMD Athlon 2800+ / Intel Core 2.0 GHz
or higher
· RAM: 1.0 GB
· Hard Drive: 6 GB or more of free space
· Video: NVIDIA 6800 GT 256 MB / ATI 9800 Pro or better
· Sound: DirectX 9.0c compatible sound card

Windows Vista:

· CPU: Intel P4 3.2 GHz / AMD Athlon 3200+ / Intel Core 2.2 GHz
or higher
· RAM: 1.5 GB
· Hard Drive: 6 GB or more of free space
· Video: NVIDIA 6800 GT 256 MB / ATI X800 Pro 256 MB or better
· Sound: DirectX 9.0c compatible sound card

Anzi, non ci arrivo neanche di processore, visto che ho un P4 @ 2,7 GHz. Però (e qui una bella notizia per tutti) non ho avuto problema a giocare, dato che il motore grafico è molto scalabile, per fortuna. Certo, questa è solo una demo, ma il gioco completo sembra avere requisiti un pò più bassi, dato che richiede un P4 2,4 GHz, 1GB Ram, Nvidia GeForce 6600 con 256 MB (o corrispondente): questo probabilmente perchè la demo ancora non è perfettamente ottimizzata. Sono riuscito a giocare tranquillamente a 1024 x 768, una risoluzione più che adeguada per un monitor da 17 pollici (ricordarsi: inutile guardare le prestazioni del gioco alle più alte risoluzioni, se tanto il nostro monitor non le sopporta!). Con una piccola overcloccatina alla scheda grafica tramite i driver di Nvidia (portando GPU 350@391 MHz e RAM 1000@1090 MHz) e giocando con le opzioni grafiche, sono riuscito anche a spuntare qualche effetto di qualità maggiore rispetto a quello che mi imponeva l’analisi automatica del mio sistema fatta dal gioco stesso nel menù opzioni. Certo, il framerate non era stellare, ma si manteneva intorno ai 22-25 fotogrammi al secondo anche nelle scene più concitate, il che va benissimo; anzi, sono sicuro che se avessi “svuotato” e deframmentato un pò il disco rigido, sarei riuscito a guadagnare 1-2 frame in più. Certamente una configurazione di dischi in Raid 0 aiuta moltissimo durante i caricamenti (che sono comunque molto rapidi), ma sicuramente essenziale è una buona scheda video… se avete almeno 256 MB video Ram, potete anche caricare senza problemi Texture in Qualità Media. Per dare un’occhiata alla tecnologia impiegata in questo gioco, date un’occhiata al Technology Trailer che trovate in fondo a questo articolo. (Un’altra precisazione: le immagini di gioco, ad eccezione di quelle due qua sotto, non sono del mio gameplay, ma del gioco in una risoluzione più alta e con maggiori effetti attivati).

Impostazioni nvidia Crysis Nvidia GPU Clock

Le mie impostazioni sui driver Nvidia Forceware (Crysis profile & GPU Clock)

Impostazioni Crysis

Le mie impostazioni su opzioni grafiche di Crysis in configurazione minima – 22/25 fps

Crysis Gameplay con mie impostazioni 1 Crysis Gameplay con mie impostazioni 2

Ecco come appare la natura in Crysis con le mie impostazioni: che ne pensate? Può andare bene? 🙂

 

LA TRAMA DI CRYSIS: Ambientato nel 2019, dopo l’impatto di un enorme asteroide sul suolo terrestre, Crysis ha inizio nel bel mezzo di una situazione di forte tensione militare fra la Corea del Nord e gli Stati Uniti, per il controllo della zona d’impatto. Fra le tensioni crescenti, l’asteroide esplode aprendosi e rivelando al suo interno un’enorme nave spaziale aliena, che comincia a congelare buona parte dell’isola su cui è atterrata e ad alterare il sistema meteorologico globale. L’invasione del pianeta Terra ha inizio. Crysis presenta un’epica vicenda di una invasione aliena in tre atti, dove i giocatori saranno in grado di personalizzare la loro armatura e le loro armi in tempo reale per affrontare un nemico sempre mutevole e un ambiente ostile e in continua evoluzione. La demo mostra circa i primi 45 minuti del gioco, catapultandoci su un’isola sperduta sulla quale ci sono piccole basi nemiche… Si conclude proprio quando i soldati nostri compagni trovano una nave (“da acqua”, non spaziale) in cima ad una montagna, e con l’incontro con uno strano veicolo alieno.

Crysis Lanscape

Crysis 1

L’ESPERIENZA DI GIOCO: Vi ritroverete catapultati subito nell’azione. Le prime fasi di gioco sono una specie di breve tutorial, perfettamente integrato con la trama. La bellezza del paesaggio vi farà fermare un attimo per una breve contemplazione: anche alla più bassa qualità, lascia senza fiato! La modellazione 3D è stupefacente! PersinoCrysis modellazione personaggi i personaggi con cui interagite sembrano veri (quando parlano, il labiale è perfettamente sincronizzato con le parole)! Il primo “essere vivente” che incontrerete sarà una tartaruga, che se volete potete anche prendere e colpire (è stata la mia prima involontaria vittima 🙂 )! L’isola ha una vita propria: oltre a tartarughe, incontrerete anche qualche granchio, e negli accampamenti nemici anche qualche gallina, che potrete anche decidere di prendere e lanciare lontano lontano (e la sentirete urlare nel frattempo 😀 ), magari sfruttando i poteri della vostra tuta! La tuta in dotazione ai militari è una chicca pazzesca: la sua nanotecnologia gli permette di modificare in tempo reale il vostro fisico. Potete attivarla con il tasto destro del mouse, e avrete davanti le 4 configurazioni possibili:

 

  • Difesa: è la modalità standard; quando venite colpiti, l’energia della tuta vi farà riguadagnare punti salute… nel gioco non ci sono Medipack!
  • Velocità: potete correre molto velocemente; utile per disorientare i nemici, dribblare tra di loro e colpirli mentre i fugge!
  • Forza: con questa funzione, potete fare salti più alti, lanciare più lontano gli oggetti e con più violenza, e menare le mani contro i vostri nemici facendogli una male cane!
  • Stealth: come il buon vecchio Predator, potete diventare invisibili per un pò di tempo, ma non potrete usare le armi, pena l’essere scoperti subito. Utile per vedere che fanno i nemici prima di attaccarli!

Le armi che potete usare sono configurabili, attivando silenziatori e simili. Non ne potete avere più di 3. Le munizioni sono scarsine, quindi bisogna stare attenti a non sprecare colpi! Inoltre, quando dovete raccogliere munizioni da un’arma nemica, non basterà passarci sopra semplicemente come al solito: dovrete raccogliere l’arma con l’apposito tasto! Potete distruggere tantissime cose: se cominciate a trivellare di colpi una pianta, questa cadrà! Se passate accanto ad una foglia, questa si sposterà al vostro passaggio! Il motore fisico è infatti molto evoluto: potrete raccogliere praticamente ogni oggetto presente nel gioco, e lanciarlo addosso ai nemici: se volete, potete lanciare un barile infiammabile addosso ai nemici, e poi sparargli per farlo esplodere! Come in Far Cry, ci sono anche i veicoli da utilizzare: nella demo, sono presenti il solito gippone militare corazzato con mitragliatore, una gip “da civile” e il barcone dei nemici attrezzato con mitragliatori (dal menù opzioni sui comandi da assegnare, ho notato che era presente anche un elicottero!). Potete sbizzarrirvi nel loro uso: per esempio, io amo prendere il gippone militare, che rappresenta quasi sempre il mio primo obiettivo quando raggiungo un campo nemico; una volta preso, con le solite difficoltà, massacro tutti e me ne vado in giro in macchina finchè posso, lanciandola addosso ai nemici quando è ridotta maluccio! Comodo, no? 😀 L’intelligenza artificiale mi sembra molto evoluta: per quanto non sia un esperto in merito, ho notato che appena viene lanciato un allarme, tutti i soldati nemici si precipitano addosso al giocatore, ma non in maniera stupida: cercano riparo dai colpi, e si muovono in modo da non farsi colpire. Inoltre, se per caso alcuni nemici lontani sentono gli spari, si avvicinano quatti quatti anche dopo che il campo è stato “disinfestato”: pensavo che fosse una “cosa programmata” dagli sviluppatori ma, dopo essere morto, mi sono accorto che questi nemici arrivavano da lontano, senza seguire le mosse che avevano fatto la prima volta (o perlomeno con qualche variante). Insomma, c’è da divertirsi.

 

Crysis 5

 

Crysis 3

Crysis 4

 

GIUDIZIO FINALE: Come ho detto all’inizio, Crysis è FANTASTICO!!! Tutte le aspettative si sono realizzate, almeno è questo che si vede provando questa demo! Crysis è il primo vero gioco per computer a sfruttare a pieno le nuove tecnologie disponibili su pc: mentre altri giochi, sempre fantastici, come Bioshock sono realizzati pensando alla multipiattaforma (per essere disponibili anche sulle console), Crysis è pensato esclusivamente per pc, e quindi non si pone limiti al pieno sfruttamento delle tecnologie hardware di ultima generazione, che le console di oggi possono scordarsi! Certo, è anche vero che ci vuole una configurazione hardware adeguata per goderselo a pieno, ma chi vuole giocarci può anche fare a meno di tutto questo: infatti, come ho già detto, Crysis funziona anche su pc di vecchia data, con qualche piccolo compromesso, grazie al suo motore scalabile. Certo, non potrete vedere tutti gli effetti grafici (date un’occhiata al Tecnology Trailer qua sotto), ma almeno potrete giocarci!

Crysis Technology Trailer

Crysis Technology Trailer HD

Crysis sarà distribuito ufficiamente il 16 novembre, ad un prezzo di € 54,90, con alta probabilità. Niente edizioni speciali da collezione in programma (ed è un vero peccato!, perchè renderebbe il gioco ancora più… appetitoso!). Per quanto riguarda i consigli per gli acquisti, Crysis ovviamente merita: tuttavia, secondo me, è un peccato giocarci senza avere una configurazione hardware adeguata che permette al gioco di esprimersi al meglio. In ogni caso non so se consigliare un upgrade proprio in questo momento e per questo gioco, visto che ci sono delle novità alle porte… Ma di questo parlerò in un successivo articolo!





Gears of War su arriva anche su PC dal 9 novembre

18 10 2007

Dopo le prime indiscrezioni, Gears of War arriva su PC un anno dopo rispetto alla versione XBox 360. Quello che Gears of War 1sorprende maggiormente, comunque, è il fatto che, a distanza di un anno dal suo rilascio, lo sparatutto di Epic Games si conferma come uno dei migliori titoli, se non il migliore in senso assoluto, in fatto di qualità della grafica. Ricordo che Gears of Wars è stato il primo gioco ad utilizzare il mostruoso Unreal Engine 3, lo stesso motore grafico che, ulteriormente ritoccato, andrà al servizio dell’ormai imminente Unreal Tournament 3. La versione PC di Gears of War sarà disponibile a partire dal 6 novembre negli Stati Uniti. L’uscita in Europa è invece prevista il 9 novembre. Rispetto alla versione per XBox 360, Gears of War su PC include delle novità succulente, che non ci faranno rimpiangere la lunga attesa:

  • cinque capitoli inediti per la campagna single player (contestualizzati nell’area Timgad);
  • tre nuove mappe multiplayer;
  • un restyling grafico (per adattare il gioco al nuovo hardware presente sul pc, più potente di quello presente nella XBox 360);
  • una nuova modalità di gioco, King of Hill: si tratta di una variante della modalità Annex ed è basata sul controllo di un unico cerchio posto al centro della mappa;
  • un editor che consente agli utenti di creare le proprie mappe single player e multiplayer.

 

 

A livello di meccaniche di gioco, invece, i nuovi capitoli non offrono significative novità rispetto al resto dei capitoli di Gears of War. Per quanto riguarda i controlli, il lavoro fatto nella conversione PC sembra essere stato egregio, in quanto il sistemaGears of War 2 si rivela altrettanto agile che su XBox 360. In ogni caso, chi vuole può utilizzare il controller di XBox 360 per pc, il che rende le due versioni del gioco pressoché identiche.

Quanto all’ottimizzazione della grafica siamo nuovamente su buoni livelli, ma c’era da aspettarselo trattandosi di Unreal Engine 3. Gears of War gira ottimamente sia su Windows XP che su Windows Vista; su quest’ultimo, inoltre, è ovviamente possibile abilitare le funzioni DirectX 10. Per quanto riguarda la configurazione hardware necessaria per giocare decentemente, sembra che questa debba comprendere:

  • CPU: processore a singolo core a 2,4 Ghz;
  • RAM: 1 GB;
  • SCHEDA VIDEO:  NVIDIA GeForce 6600 (ovviamente funziona anche su scheda ATI, ma non si è detto niente riguardo a questa. Secondo una mia ipotesi, dovrebbe trattarsi minimo di una Radeon X700, data la scheda Nvidia citata).

Insomma, sembrano esserci tutti gli ingredienti per godersi alla grande questo capolavoro sui nostri pc. La conversione si annuncia precisa e di ottima qualità: se sarà della stessa pasta di quella di Lost Planet (altro capolavoro per XBox 360, la cui conversione per pc ha addirittura migliorato la versione su console), ne vedremo delle belle!!! Ora non ci resta che aspettare l’uscita del film, prevista per il 2009. Ma questo sarà argomento di un altro post. Rimanete sintonizzati….

 

Gears of War 3

Gears of War 4

Cliccate sulle immagini per ingrandirle





Crysis: finalmente i requisiti ufficiali!

13 10 2007

Finalmente sono disponibili i requisiti ufficiali di Crysis, sia quelli minimi, che quelli consigliati.

Minimum

  • OS – Windows XP or Windows Vista
  • Processor – 2.8 GHz or faster (XP) or 3.2 GHz or faster* (Vista)
  • Memory – 1.0 GB RAM (XP) or 1.5 GB RAM (Vista)
  • Video Card -256 MB**
  • Hard Drive – 12GB
  • Sound Card – DirectX 9.0c compatible

* Supported Processors: Intel Pentium 4 2.8 GHz (3.2 GHz for Vista) or faster, Intel Core 2.0 GHz (2.2 GHz for Vista) or faster, AMD Athlon 2800+ (3200+ for Vista) or faster.

** Supported chipsets: NVIDIA GeForce 6800 GT or greater; ATI Radeon 9800 Pro (Radeon X800 Pro for Vista) or greater. Laptop versions of these chipsets may work but are not supported. Integrated chipsets are not supported. Updates to your video and sound card drivers may be required.

Recommended

  • OS – Windows XP / Vista
  • Processor – Intel Core 2 Duo @ 2.2GHz or AMD Athlon 64 X2 4400+
  • Memory – 2.0 GB RAM
  • GPU – NVIDIA GeForce 8800 GTS/640 or similare

Le specifiche minime sono simili a quelle ufficiose. Si richiede necessariamente l’utilizzo di una GPU DirectX 9 partendo dalle serie geForce 6800 GT o superiore per le proposte NVIDIA, e dalle schede Radeon 9800 PRO o Radeon X800 Pro per la serie di GPU commercializzate da AMD. La dotazione di memoria video dev’essere pari come minimo a 256 Mbytes, mentre il supporto alle GPU Mobile integrate nei notebook per videogiocatore non è ufficialmente presente, benché il gioco possa comunque funzionare con queste configurazione. Manca del tutto il supporto ai chip video integrati, considerando il notevole stress al quale questo titolo sottoporrà il sottosistema video (e mi sembra normale).

Per quanto riguarda la configurazione raccomandata, si vede che è necessariamente previsto un processore dual core, della serie Athlon 64 X2 di AMD o Core 2 Duo di Intel, insieme a 2 Gbytes di memoria di sistema e scheda video NVIDIA GeForce 8800 GTS 640 Mbytes o comparabile. Quindi si vede che Crytek non ritiene sufficiente una dotazione di memoria video di 320 Mbytes per la scheda video da utilizzare in una configurazione raccomandata per Crysis, non garantendo una completa giocabilità anche a risoluzioni più alte. Upgrade o non upgrade, questo è il problema!!!

Crysis





Crysis: disponibile il beta-test!

3 10 2007

Fino ad oggi è stato possibile accedere al beta test di Crysis solo attraverso il “Friends & Family internal test”. Questo richiedeva un pagamento per i non addetti ai lavori. Adesso, in collaborazione con FilePlanet, Electronic Arts e Crytek lanciano il beta test pubblico dell’attesissimo sparatutto in prima persona gestito dal CryEngine 2. Per ottenere gratuitamente la chiave per giocare sui server ufficiali occorre recarsi a questo indirizzo: si dovrà compilare un questionario sulla configurazione hardware del proprio PC e, se vengono soddisfatti i requisiti minimi, si avrà accesso alla chiave. Il client è scaricabile gratuitamente attraverso FilePlanet: preparatevi a scaricare ben 1,38 GB.

Ricordo che la demo ufficiale sarà disponibile dal 26 ottobre, mentre il gioco completo sarà in vendita dal 16 novembre. Se volete conoscere i requisiti minimi della versione minima di Crysis, date un’occhiata a questo precedente articolo.

 

Giungla Crysis





Crysis: i primi requisiti minimi (ufficiosi)

27 09 2007

Trapelano in rete le prime indiscrezioni riguardo ai possibili requisiti minimi (ancora non definitivi) di Crysis, l’attesissimo sparatutto (FPS) della Crytech, la geniale ideatrice del capolavoro Far Cry. Come volevasi dimostrare, a causa delle “pesanti” innovazioni del motore grafico, che sarà capace di regalarci immagini che sfiorano il fotorealismo, tali requisiti risultano essere altini, considerando che sono i minimi. Vediamoli (Fonte: Tom’s Hardware):

 

  • CPU: Intel P4 2.8Ghz o AMD equivalente
  • RAM: 1GB
  • Scheda video: 6800GT (256mb) o ATI/AMD Radeon 9800 Pro (256mb)
  • HDD: 16GB (ARGH!!!!!)
  • OS: Microsoft Windows [XP o Vista]
  • Scheda audio: DirectX 9.0c Compatibile

Crysis

Se si va a guardare bene, si tratta di una configurazione di fascia alta di circa 3 anni fa, almeno considerando la scheda grafica. Certamente, colpiscono i 16 GB di spazio (minimo) richiesto dal gioco: niente di problematico, grazie ai capienti hard disk ormai disponibili da parecchio tempo sul mercato, ma non credo che fino ad oggi esisteva un gioco che richiedeva tanto spazio su disco! Altro problema è il sistema operativo: in effetti, Crysis funzionerà sia in directX 9 che in directX 10. Tuttavia, chi ha a disposizione le nuove Nvidia serie 8000 e le ATI serie 2000, compatibili directX 10, dovrà adottare per forza Vista se vuole sfruttarle, con tutte le conseguenze che questo comporta: l’innalzamento radicale dei requisiti, in particolar modo per le ram (almeno 2 GB, per giocare al meglio e sfruttare bene il sistema). Inoltre, sappiate che da notizie ufficiali, chi avrà schede directX 9 (cioè la maggior parte degli utenti attuali) sarà un pò limitato per quanto riguarda l’esperienza on-line: Crytech, infatti, ha dichiarato che i server di gioco saranno in parte compatibili con le directX 9 e in parte (la maggiore) con directX 10; coloro che giocano con le directX 10 potranno giocare anche sui server directX 9, ma non vale il viceversa! Quindi attenzione! Ponderate bene le cose prima di fare un upgrade e di comprarvi il gioco… comunque avete tempo fino al 16 novembre, data del lancio ufficiale sul mercato (e per un eventuale pre-test dovrete aspettare la demo, che sarà disponibile purtroppo in ritardo, sembra il 16 ottobre). Il mio consiglio è aspettare, aspettare, aspettare: il saggio Leviathan dice: “meglio non attrezzarsi per il gioco, ma attendere che il gioco sia effettivamente provato sul campo, e poi comportarsi di conseguenza!!!” (esperienza insegna 🙂 )!

Crysis 2