Michael Jackson – The Memorial: l’ultimo saluto del mondo al Re del Pop

8 07 2009

Commozione: questo è quello che ho provato assistendo alla trasmissione del Michael Jackson Memorial. Ma è veramente difficile esprimere solo con questa parola tutto quello che ho sentito in quest’occasione. La BBC World, sul digitale terrestre, è riuscita a trasmettere tutto l’evento, minimizzando i commenti esterni, e mostrando tutto l’affetto che i famigliari, decine di personaggi del mondo dello spettacolo e della politica e centinaia di migliaia di fans hanno dato l’ultimo saluto al grande Re del Pop, in uno spettacolo durato circa 3 ore a lui interamente dedicato. Ogni testimonianza o esibizione era splendida e commovente allo stesso tempo. Il culmine si è raggiunto sicuramente quando in coro sono stati intonati i brani “We are the World” (che Michael aveva scritto insieme a Lionel Richie nel 1985 in occasione della manifestazione di beneficenza USA for Africa) e “Heal the World“, e quando la figlia Paris, scoppiando in lacrime, dice “tu eri il miglior papà del mondo“.

Per tutti coloro che non hanno avuto la possibilità di seguire in diretta l’evento, volevo segnalare che internet già viene in soccorso: potete già trovare infatti il video integrale dell’evento sui P2P (vi consiglio di usare torrent, che consente di scaricare una versione in Full HD 1080i e audio Dolby Digital registrato direttamente dalla TV americana CNN: qui trovate un pò di link).

Ancora una volta, da fan ormai da vent’anni di questo grande artista, mi sento di dire

GRAZIE DI TUTTO MICHAEL!

MJ LIVES IN OUR HEARTS 4EVER!!!

Free Image Hosting at www.ImageShack.us Free Image Hosting at www.ImageShack.us Free Image Hosting at www.ImageShack.us Free Image Hosting at www.ImageShack.us Free Image Hosting at www.ImageShack.us Free Image Hosting at www.ImageShack.us Free Image Hosting at www.ImageShack.us Free Image Hosting at www.ImageShack.us Free Image Hosting at www.ImageShack.us Free Image Hosting at www.ImageShack.us Free Image Hosting at www.ImageShack.us Free Image Hosting at www.ImageShack.us Free Image Hosting at www.ImageShack.us Free Image Hosting at www.ImageShack.us





Goodbye, King of Pop!

27 06 2009

Un piccolo tributo ad un cantante che mi ha lasciato veramente tanto dentro con le sue canzoni, e che ho amato fin da quand’ero piccolo.

Grazie Michael!





Dissidia: Final Fantasy – La saga della Square diventa un picchiaduro!

19 03 2009

Ne avevo sentito vagamente parlare in passato, ma ora che è uscito in Giappone ne so veramente di più. Non avrei mai pensato che la Square potesse fare un picchiaduro! Eh già, anche se non ci credete, è proprio un picchiaduro, dove ad affrontarsi ci sono tutti gli eroi principali e le loro nemesi di tutti gli episodi della saga di Final Fantasy, dal I al XII.

Gli elementi di RPG, tuttavia, sono ancora presenti, e tra uno scontro e l’altro, bisogna tenere in considerazione i soliti parametri: HP, MP, Experience Points, i Destiny Points, i Brave Points, gli Story Points, le skill ed il livello dei vari personaggi.

Ci sarà una modalità Storia da seguire, e il livello di difficoltà sarà ovviamente incrementale. Il gioco sarà diviso in dieci “Odissee del Destino, una per ogni personaggio. A loro volta queste odissee presenteranno vari livelli o “piani”, nel quale muovere la pedina del personaggio scelto. Le Odissee variano a seconda del personaggio scelto. Sarà supportata la modalità wireless della PSP, permettendo ai giocatori di sfidarsi tra loro utilizzando i personaggi selezionabili.

Eroi

Nemici

Gioco

Warrior of Light Garland Final Fantasy
Firion Emperor Final Fantasy II
Onion Knight Cloud of Darkness Final Fantasy III
Cecil Harvey Golbez Final Fantasy IV
Bartz Klauser Exdeath Final Fantasy V
Terra Branford Kefka Palazzo Final Fantasy VI
Cloud Strife Sephiroth Final Fantasy VII
Squall Leonhart Ultimecia (Artemisia) Final Fantasy VIII
Zidane Tribal Kuja Final Fantasy IX
Tidus Jecht Final Fantasy X
Shantotto Gabranth Final Fantasy XI -XII

Gli appassionati della serie sapranno che non è la prima volta che la Square è uscita un po’ fuori dagli schemi dei classici rpg: chi ricorda Final Fantasy VII: Dirge of Cerberus, che aveva parecchio di un fps? L’esperimento, nonostante i patemi degli appassionati, è comunque riuscito vincente (soprattutto perchè veniva narrata la storia di uno dei personaggi più misteriosi della saga di Final Fantasy VII, ossia Vincent Valentine).

Il tema principale della colonna sonora è la canzone “The Messenger” dei Your Favorite Enemies.

Il gioco sta avendo un ottimo successo in Giappone, ed è stato accolto dalla stampa e dal pubblico con tutti gli onori: al 1° febbraio di quest’anno, Dissidia: Final Fantasy aveva venduto 857.000 copie, piazzandosi come il quinto gioco più venduto per PSP in Giappone. Uscito il 18 dicembre 2008, si è anche classificato come il 12° gioco più venduto di quell’anno, con 660,262 solo in quel mese.

Non esiste ancora una data di distribuzione per l’Europa, ma sembra che sarà disponibile in Nord America (e quindi in inglese) il 31 agosto di quest’anno.

Sotto, trovate una serie di video che vi mostrano, oltre al trailer del gioco, come è il gameplay. Incrociamo le dita, e speriamo che arrivi il più presto possibile anche nel Vecchio Continente!

Dissidia: Final Fantasy – Trailer Jap

Dissidia: Final Fantasy – Cloud vs Sephiroth (Gameplay)

Dissidia: Final Fantasy – Cloud vs Squall (Gameplay)





I 5 Samurai…. VESTIZIONE!!!

13 02 2009

Chi si ricorda de “I 5 Samurai“? Chi guardava cartoni a cavallo tra gli anni 80 e 90 sicuramente si ricorderà di questo bellissimo anime trasmesso per la prima volta in Italia su Italia 7. Si tratta di un anime giapponese, prodotto dalla Sunrise e dalla Nagoya Television, di 39 episodi + 3 OAV. La storia narrava le vicende di 5 Samurai, Ryo del Fuoco, Sami della Luce, Simo del Mare, Shido della Terra e Kimo del Cielo, che dovevano combattere il perfido Arago e i suoi demoni, sotto la guida di Ariel.

Ciò che rendeva il cartone fantastico (oltre all’ambientazione, che riprende moltissimi dei temi legati alla storia e alla cultura giapponese) era la trasformazione dei protagonisti, quando indossavano l’armatura al grido “Samurai… VESTIZIONE!“.

Vi ripropongo qualche video. Sfortunatamente, non sono riuscito a caricare la bellissima sigla italiana, dato che Youtube me la rifiuta dopo il caricamento dicendo che si tratta di un video che viola il copyright… mah! Per ogni approfondimento, vi consiglio di guardare la pagina dedicata all’anime che trovate su Wikipedia a questo indirizzo, dato che è veramente piena di informazioni! 😀

I 5 Samurai – Sigla iniziale JAP

I 5 Samurai – Vestizione

I 5 Samurai – Ryo indossa l’armatura bianca






Il “vero” finale di Prince of Persia: Spirito Guerriero

28 01 2009

Chi ha giocato alla trilogia precedente del Principe di Persia, ricorderà sicuramente il secondo episodio, “Spirito Guerriero“. Ricordo che, all’epoca, alcuni appassionati della serie rimasero un pò delusi quando sentirono il rock metal all’interno di un gioco ambientato nell’antica Persia (come ad esempio le musiche dei Godsmack). Secondo il mio parere, invece, le musiche ben si amalgamavano con lo Spirito guerriero del Principe e con la trama: il personaggio era più oscuro, segnato da 7 anni di lunghe battaglie (il tempo che lo separa da “Le Sabbie del Tempo”, il primo episodio) e il ritmo di combattimento era estremamente più frenetico… insomma, secondo me, ci stavano bene! Il gameplay era qualcosa di mostruoso per l’epoca: l’adozione di due spade e di combo terrificanti rendevano i combattimenti con la spada qualcosa di esaltante!

Ma bando ai ricordi, il motivo di questo post: qualche giorno fa mi è ricapitato su un vecchio dvd di rivedere un video che mostrava un finale “alternativo” di PoP 2, nel quale il Dahaka (il demone Guardiano del Tempo che perseguitava il Principe) muore, e l’Imperatrice del Tempo Kaileena è viva e vegeta! Il finale potrebbe essere definito “quello vero”, dato che apre le porte a ciò che poi proseguirà con “I Due Troni”. Come si faceva ad ottenere questo finale? Cito da Wikipedia:

Il Principe si rende conto che potrebbe non riuscire ad evitare la morte di Kaileena, ma se lui la uccide nel Presente piuttosto che nel Passato, le Sabbie non verranno create prima che lui le abbia usate, e con ciò scapperebbe dal suo fato. Il Principe riaffronta nuovamente Kaileena e la spinge in un portale che la porti al Presente. A questo punto il finale si divide, a seconda che si abbia trovato o meno tutti i miglioramenti della salute e acquisito l’ultima arma, la Spada dell’Acqua.

Senza la Spada dell’Acqua (finale 1): il Principe e Kaileena combattono di nuovo e il Principe la uccide. Dopo il combattimento, appare il Dahaka ma ignora il Principe e prende il corpo di Kaileena (siccome lei ora è una che è sfuggita dal Corso del Tempo). Il Dahaka dopo prende il Principe ma solo per togliergli il Medaglione del Tempo. Essendo scampato al suo destino, il Principe salpa per Babilonia.

Con la Spada dell’Acqua (finale 2): il Dahaka appare e afferra Kaileena (Perche lei appartiene al passato e non ha il permesso di viaggiare nel presente). Comunque, il Principe scopre che il Dahaka è debole contro la sua Spada dell’Acqua. Il Principe allora combatte contro il Dahaka e riesce a sconfiggerlo, aiutato da Kaileena, che adesso crede nel principe e nella possibilità di cambiare il proprio destino. Sia il principe che Kaileena sfuggono al proprio destino, alla loro morte e si innamorano l’uno dell’ altra. Questo è il finale che si ricollega all’inizio del terzo capitolo.”

Chi avrà il coraggio di rimettere le mani su questo gioco per vedere uno dei due finali???





Obama Presidente

22 01 2009

Un pò in ritardo, ma anche io ci tengo a dedicare un post al neo-presidente degli Stati Uniti. Niente commenti, niente spiegazioni: solo i video del suo discorso, che sono riuscito a trovare su Youtube, persino in italiano! In basso, invece, trovereteuno dei video della sua campagna elettorale, che in maniera divertente mette in risaltro i problemi dell’America (i più attenti riconosceranno la pubblicità della Birra Bud di qualche anno fa, i protagonisti sono gli stessi). Mi colpisce molto il suo carisma, le sue idee, e il fatto che è giovane: tutto in netto contrasto con quello che succede nel nostro paese!





Da dove vengono le parole “Christmas” e “Santa Claus”?

26 12 2008

… o per chi non mastica la lingua di albione “Natale” e “Babbo Natale”? Usare l’inglese è d’obbligo, visto che il video che vi propongo è in inglese. L’autrice è conosciutissima su internet: si tratta dell’ideatrice del sito e dell’omonimo canale su YouTube “Hot For Words“, Marina, una ragazza di 28 anni, bellissima da come potete vedere, ed esperta in filologia, ossia quella scienza che studia la linguistica e l’etimologia delle parole. I suoi video sono ormai famosissimi, e gli iscritti al suo channel sono ormai più di 160.000!

Ai maschietti, cercate di non farvi ipnotizzare, e ascoltate attentamente la lezione! 😀